Master di alta formazione sulla responsabilità medica e della struttura sanitaria pubblica e privata. Tecniche di redazione della domanda e delle difese alla luce della Riforma Cartabia

                                                                                                               

                                                                                          PRESENTAZIONE:

Il master tratterà le principali questioni in tema di  responsabilità medica e della struttura sanitaria pubblica e privata, alla luce della legge Gelli,

Verranno esaminati gli scudi penali per i sanitari, previsti dal decreto milleproroghe, fino al 31 dicembre 2024 e da emergenza sanitaria con la previsione della punibilità solo per colpa grave e i riflessi civilistici 

Un focus sarà dedicato al decreto 1° marzo 2024 con i requisiti per le polizze assicurative per le strutture e gli esercenti la professione sanitaria e risvolti pratici.

La trattazione delle specifiche questioni sarà incentrata sulle diverse tecniche di difesa del paziente, del medico e della struttura e sulla tecnica di redazione della domanda risarcitoria e della comparsa di risposta alla luce della riforma Cartabia.

Il primo modulo tratterà gli aspetti più rilevanti e problematici della legge Gelli, le più ricorrenti questioni processuali e il nesso di causalita’ nella responsabilità sanitaria, con particolare attenzione al danno iatrogeno ed ai relativi criteri risarcitori.

 

Il secondo modulo si soffermerà sui profili della colpa medica sia in termini generali che con riferimento ai singoli operatori sanitari, tra cui il medico di famiglia, la guardia medica, ma anche liberi professionisti o dipendenti delle strutture, quali il ginecologo, l’odontoiatra, l’oncologo, il chirurgo estetico, lo psichiatra, l’infermiere, ognuno dei quali ha specifici profili di responsabilità.

Saranno approfonditi, oltre ai criteri generali, i profili di responsabilità attinenti le singole specializzazioni.

Un focus sarà riservato allo scudo penale per i sanitari, previsto dal decreto milleproroghe, fino al 31 dicembre 2024 ed allo scudo penale da emergenza sanitaria - punibilità solo per colpa grave e riflessi civilistici.

 

Il terzo modulo esamina i profili di responsabilità contrattuale della struttura sanitaria sia ai sensi dell’art. 2118 c.c. (responsabilità per fatto proprio) sia ex art. 1228 c.c. (per fatto dei sanitari).

Un focus sarà riservato alla cartella clinica (fondamentale ai fini della ricostruzione dei fatti, del nesso causale e di eventuali profili di responsabilità), ed alle conseguenze in caso di perdita o incompleta redazione (c.d. danno evidenziale).

Si esaminerà la responsabilità per deficit organizzativo e al   risk management ed ai relativi profili di responsabilità a cui non è riservata la dovuta attenzione da parte dei danneggiati.

Ci si soffermerà anche sulla responsabilità di equipe, del direttore generale e sanitario delle strutture ospedaliere pubbliche e private con gli specifici profili di responsabilità.

Un focus sarà dedicato anche all’emergenza sanitaria in generale e alla responsabilità per la c.d. medicina d’urgenza, con particolare attenzione agli eventi avversi (gravi incidenti, terremoti, tumulti) e alla responsabilità del 118.

 

Il quarto modulo tratterà del consenso informato, dei relativi criteri risarcitori e della CTU medico-legale in ambito sanitario, con particolare attenzione alle diverse tecniche delle parti di contestazione dell’elaborato peritale.

Le relative tematiche saranno affrontate tenendo conto della più recente giurisprudenza di legittimità.

Il Master avrà la durata di quattro giornate.

 

 *********************

                                                                                                    SEGUE PROGRAMMA

 

14 giugno – Primo modulo – orario 10,00-13,30/15,00-18,30

Esame della l. Gelli, relative questioni processuali e nesso di causalita’,

  • questioni processuali ricorrenti in tema di responsabilità medica
  • profili di responsabilità civile e penale alla luce della Legge Gelli
  • irretroattività della Legge Gelli e conseguenze processuali
  • A.T.P. o mediazione
  • ATP negativa: opzioni
  • azione civile o penale
  • tecnica di deduzione delle prove alla luce della riforma Cartabia
  • valutazione dell'azione da esperire nel caso di malpratica verificatasi ante il 1° aprile 2017
  • difficile convivenza tra azione contrattuale nei confronti della struttura e extracontrattuale nei confronti del medico
  • residua natura contrattuale della responsabilità medica
  • onere della prova
  • applicabilità del principio di vicinanza alla prova alla responsabilità aquiliana
  • soggetti da chiamare in causa
  • responsabilità solidale e non litisconsorzio necessario: conseguenze
  • inscindibilità delle cause in fase di impugnazione
  • eccezione e domanda riconvenzionale
  • chiamata di terzo
  • estensione della originaria domanda attorea al terzo chiamato
  • regolamentazione delle spese processuali in caso di chiamata di terzo in garanzia
  • integrazione del contraddittorio in appello
  • regresso del medico corresponsabile nello stesso giudizio nei confronti di altri corresponsabili.

Nesso di causalità

  • nesso di causalità civile e penale
  • nesso di causalità materiale e giuridica
  • causalità commissiva e omissiva
  • mancanza del nesso causale – fatto ignoto
  • concorso di cause
  • nesso causale nel caso di successione nella posizione di garanzia
  • onere della prova del nesso causale
  • incompletezza della cartella clinica e rilevanza sotto il profilo causale
  • conseguenze mediate o immediate
  • giudizio controfattuale
  • causa eccezionale
  • omessa presentazione del paziente alla prescritta visita di controllo
  • mancanza dei referiti medici.

 

Danno iatrogeno

  • interferenza di colpa medica e di fattori naturali
  • concausa di lesioni e concausa di menomazioni
  • danno cagionato da un terzo e non da fattori naturali
  • lesioni monocrone e policrone
  • lesioni concorrenti e coesistenti
  • nesso causale nei reati colposi.

21 giugno – Secondo modulo – orario 10,00-13,30/15,00-18,30

La responsabilità civile del medico - Responsabilità dei singoli operatori sanitari, liberi professionisti o dipendenti delle strutture - Responsabilità durante l’emergenza sanitaria Covid 19. Esame dello scudo penale, previsto dal decreto milleproroghe, per i sanitari fino al 31 dicembre 2024 e dello scudo penale da emergenza sanitaria -  punibilità solo per colpa grave e riflessi civilistici.

 

La responsabilità civile del medico

  • diligenza richiesta nella responsabilità medica
  • natura extracontrattuale della responsabilità medica alla luce della L. Gelli-Bianco
  • residue fattispecie di responsabilità contrattuale del medico per violazione di assunzione di obbligazione contrattuale
  • criteri di imputazione della responsabilità
  • onere di allegazione e prova della colpa
  • interventi di facile e difficile esecuzione: rilevanza ai fini della colpa lieve e grave
  • diagnosi differenziale
  • diritto a non soffrire del paziente
  • linee guida: nozione, natura, effetti, onere della prova.
  • accertamento della colpa: art. 1176, comma 2, c.c. e la nozione di medico "medio"
  • limitazione di responsabilità per le ipotesi di dolo e colpa grave di cui all'art. 2236, c. 2 c.c.
  • valutazione del grado della colpa
  • danno imputabile a due o più operatori sanitari
  • danno da ritardata guarigione
  • errore clinico
  • errore diagnostico
  •  agente modello
  • fatto ignoto
  • complicanze
  • aggravamento delle condizioni di salute della vittima
  • ritardata guarigione
  • obbligo di prestare soccorso
  • stato vegetativo
  •  medicina difensiva
  •  medicinali "off label"
  • responsabilità per danni o morte conseguenza di cura dimagrante
  • diagnosi differenziale
  • prestazione volontaria e gratuita
  • malformazione del feto e nascita indesiderata.

 

Responsabilità dei singoli operatori sanitari, liberi professionisti o dipendenti delle strutture

Profili di responsabilità del:

  • medico di famiglia
  • guardia medica
  • ginecologo
  • odontoiatra
  • oncologo
  • chirurgo estetico
  • psichiatra
  • infermiere.

Scudo penale fino al 31 dicembre 2024 per situazioni di grave carenza di personale sanitario e scudo penale da Covid 19

  • profili generali di responsabilità civile e penale alla luce dello scudo penale Covid-19 e dello scudo penale milleproroghe
  • riflessi civilistici della normativa emergenziale penale: necessità della colpa lieve o della colpa grave in ambito civile
  • modalità di valutazione del grado della colpa nei periodi emergenziali
  • punibilità per i reati di cui agli articoli 589 c.p. (lesioni colpose) e 590 c.p. (omicidio colposo) per le sole ipotesi di colpa grave nella situazione di emergenza- fattori che possono escludere la colpa grave
  • rilevanza o meno dell’attività in concreto svolta dal sanitario nei rispettivi periodi emergenziali
  • condotte esaurite prima delle rispettive emergenze sanitarie e condotte ed eventi verificatisi durante le fasi emergenziali
  • assorbimento o concorso formale tra i reati di epidemia colposa e omicidio colposo
  • accertamento, in ambito civile e penale, del nesso causale nesso causale tra infezione e morte con particolare attenzione a pregresse patologie
  • elementi di responsabilità per epidemia colposa, alla luce dell'emergenza Covid 19
  • criteri di liquidazione del danno, con particolare riferimento al danno iatrogeno e al danno da perdita di chance
  • utilizzo dei farmaci off label ai tempi delle emergenze sanitarie
  • criteri di imputazione della responsabilità penale delle strutture private durante le emergenze sanitarie
  • criteri di imputazione della responsabilità civile per i fatti verificatisi prima e durante la fase emergenziale e nel periodo cuscinetto tra le due normative: doppio binario o valutazione unica.

05 luglio – Terzo modulo – orario 10,00-13,30/15,00-18,30

Cartella clinica, Responsabilità della struttura sanitaria pubblica e privata, Deficit organizzativo, Risk management, Responsabilità di equipe e principio di affidamento, Responsabilità del direttore generale e del direttore sanitario. Polizze assicurative per le strutture e gli esercenti la professione sanitaria e risvolti pratici (decreto 1° marzo 2024).

Cartella clinica

  • la cartella clinica è atto pubblico?
  • in che termini va consegnata la cartella clinica?
  • è risarcibile il ritardo nella consegna della cartella clinica?
  • come va conservata la cartella clinica?
  • rileva la tempistica di acquisizione della cartella clinica ai fini della scelta da parte del paziente tra azione penale e civile?
  • l’interessato può chiedere una cartella clinica parziale?
  • il cittadino ha diritto all'accesso ai dati personali relativi al familiare defunto contenuti nella relativa cartella clinica e nel verbale di autopsia della persona stessa?
  • possono essere comminate sanzioni amministrative per la violazione della privacy??
  • che si intende per danno evidenziale?
  • l'ipotesi di incompletezza della cartella clinica va ritenuta circostanza di fatto che il giudice di merito può utilizzare per ritenere dimostrata l'esistenza d'un valido nesso causale tra l'operato del medico e il danno patito dal paziente?
  • è riconducibile al danno evidenziale il rifiuto del direttore sanitario di effettuare l’esecuzione del riscontro diagnostico (art. 2 bis l. Gelli)?
  • è fonte di responsabilità per il medico e la struttura la mancata o irregolare tenuta delle schede di intervento, schede di telemedicina, delle registrazioni del pronto soccorso e del 118
  • il cittadino ha diritto al risarcimento dei danni per la diffusione di dati sensibili contenuti nella cartella clinica?
  • in caso di responsabilità del primario per la incompleta cartella clinica è possibile la rivalsa o il regresso nei confronti dei medici di reparto?
  • l’annotazione dei dati nella cartella clinica deve avvenire contestualmente al loro verificarsi?
  • il medico che lavora in una clinica privata, anche solo parzialmente convenzionata con il SSN, risponde di falsità in atto pubblico se sostituisce o altera la cartella clinica di un suo paziente.?
  • sussiste responsabilità del medico se interviene senza controllare la cartella clinica?
  • è sempre reato la correzione di una cartella clinica?
  • al medico è consentito l’accesso alle cartelle cliniche, con i nominativi dei pazienti oscurati, se le informazioni mediche ivi presenti gli servono per tutelare la sua reputazione professionale?
  • la struttura può opporre al terzo (parente) che chiede la cartella clinica la violazione della privacy dell’interessato?
  • può essere richiesta anche prima della instaurazione del giudizio?
  • in caso di copie autentiche tra loro difformi della stessa cartella clinica va proposta querela contro quella ritenuta contraffatta?

Responsabilità della struttura sanitaria pubblica e privata

  • natura contrattuale della responsabilità della struttura ospedaliera
  • muta la natura contrattuale della struttura se risponde del fatto extracontrattuale del medico?
  • ha natura extracontrattuale la responsabilità della struttura sanitaria per i danni subiti iure proprio dai parenti di un paziente a causa del morte di quest’ultimo?
  • ai fini dell’accertamento della responsabilità della struttura sanitaria, ai fini della prova del nesso causale, va valutato l'unitario contegno o è possibile la parcellizzazione dei singoli episodi nei quali esso si articola?
  • la struttura privata può agire in regresso o rivalsa nei confronti del medico?
  • come operano la rivalsa o il regresso della struttura sanitaria nei confronti dei loro medici?
  • la struttura sanitaria risponde dell’infezione contratta dal medico punto da una siringa infetta del sangue del paziente?
  • che si intende per contratto di spedalità?
  • quali sono i profili di responsabilità dei medici ospedalieri in strutture complesse?
  • come si accerta la colpa della struttura sanitaria privata?
  • la struttura privata deve tenere la cartella clinica?
  • la struttura sanitaria è responsabile della scomparsa del paziente?
  • vi è responsabilità della struttura se la struttura è infestata di animali (es: formiche o topi)?
  • vi è responsabilità della struttura per le cadute del paziente in ospedale?
  • e per le cadute dei familiari?
  • il regime di responsabilità per fatto degli ausiliari è applicabile anche nei confronti del centro medico o poliambulatorio privato?
  • è responsabile il medico o altro soggetto addetto al servizio sanitario che accetti di eseguire un intervento su di un paziente in assenza del personale ausiliario adibito al compimento di attività collaterali?
  • in caso di malpractice medica lo stato è responsabile se non fa di tutto per accertare le responsabilità dei sanitari?
  • vi è responsabilità della struttura o della regione per eventuali suicidi di pazienti all’interno o all’esterno della struttura, anche dopo le dimissioni?
  • si può configurare una responsabilità penale per colpa di organizzazione delle strutture private?
  • si possono trarre elementi di responsabilità della struttura dal risk management? a che titolo si risponde in caso di emergenza sanitaria – colpa lieve o colpa grave?
  • la casa di riposo per anziani risponde dei danni subiti dai ricoverati per errore medico?
  • vi può essere una responsabilità per la mancata attuazione di una cardio- oncologia?
  • se un farmaco, con una probabilità infinitesimale, segnalata dal produttore, può avere un certo effetto collaterale grave, e questo si verifica, quale regime di responsabilità si applica alla casa farmaceutica?
  • in caso di cooperazione multidisciplinare nell'attività medico chirurgica come va individuata la responsabilità?
  • vi è responsabilità della struttura nel caso di medico di fiducia operante all’interno della struttura ospedaliera?
  • quali sono i profili di responsabilità in tema di emergenza sanitaria per eventi avversi (gravi incidenti, terremoti, tumulti)?
  • quali i profili di responsabilità del 118?

 

Polizze assicurative per le strutture e gli esercenti la professione sanitaria. (decreto 1° marzo 2024)

  • Assicurazione obbligatoria per le strutture sanitarie
  • Assunzione diretta del rischio
  • Clausole claims made
  • Garanzia Postuma
  • Retroattività
  • polizza “loss occurrence”
  • “sunset clause”
  • “deeming clause”
  • “Continuous cover” (copertura continua)
  • Individuazione delle polizze più adeguate per le strutture e i medici
  • Efficacia temporale
  • Diritto di recesso dell’assicuratore
  • Obblighi di pubblicità e trasparenza in capo a strutture e esercenti le professioni sanitarie
  • Fondo messa a riserva
  • congruità degli accantonamenti

Deficit organizzativo

  • sussiste responsabilità della struttura per difetto di organizzazione?
  • del difetto di organizzazione rispondono anche gli operatori sanitari?
  • e imputabile alla regione il deficit organizzativo della emergenza sanitaria?
  • rileva la scarsità delle risorse del sistema sanitario ai fini della responsabilità?
  • come procurarsi la prova immediata di deficit organizzativi o di disfunzioni della struttura?
  • vi è responsabilità della struttura se si lascia un malato terminale in barella nel corridoio?

 

Risk management

  • che si intende per risk management?
  • quali sono i compiti dell’osservatorio nazionale delle buone pratiche sulla sicurezza nella sanità?
  • come utilizzare in giudizio la mancata o insufficiente realizzazione del risk management?

 

Responsabilità di equipe e principio di affidamento.

  • quali sono i compiti del dirigente medico (primario)?
  • come va dedotta in giudizio la responsabilità dei medici dell’equipe?
  • quando sussiste la responsabilità del primario?
  • è responsabile il medico apicale che non controlla gli altri medici?
  • sussiste una responsabilità del capo equipe anche per il decorso post- operatorio?
  • in caso di responsabilità del primario per la incompleta cartella clinica è possibile la rivalsa o il regresso nei confronti dei medici di reparto?
  • come opera il principio di affidamento nell’equipe medica?
  • l’assistente risponde dell’errore del primario?
  • cosa deve fare l’anestesista per andare esente da responsabilità?
  • cosa deve fare il medico di reparto che partecipa a una visita collegiale per andare esente da responsabilità?
  • l’intervento o il consulto del medico specialista che effetti ha sulla responsabilità di equipe?
  • il giudice civile può differenziare il grado di colpa di ciascun sanitario?
  • sussiste una responsabilità di equipe anche per la fase postoperatoria?

 

Responsabilità del direttore generale e del direttore sanitario sanitario

  • come si struttura la dirigenza ospedaliera?
  • quali sono i compiti e i poteri del direttore generale e del direttore sanitario dell’asl?
  • quali sono i profili di responsabilità del direttore generale?
  • quali sono i profili di responsabilità del direttore sanitario?
  • il direttore sanitario è un pubblico ufficiale?
  • quali sono i compiti e i poteri del direttore sanitario di una casa di cura privata?
  • il direttore generale necessita di preventiva deliberazione autorizzativa per la proposizione di azioni giudiziarie o per la resistenza in giudizio?

12 luglio – Quarto modulo – orario 10,00-13,30/15,00-18,30

Consenso informato e ctu medico legale in ambito sanitario

Consenso informato

  • natura giuridica del consenso alla luce della l. Gelli-Bianco: contrattuale o extracontrattuale?
  • onere della prova
  • contenuto e forma dell’informazione
  • soggetti legittimati a prestare il consenso
  • diritto all’autodeterminazione del paziente
  • requisiti di validità del consenso
  • rilevanza del consenso del paziente
  • danni risarcibili.

La CTU medico legale in ambito sanitario

  • CTU percipiente e CTU deducente
  • differenze tra la CTU in sede civile e la perizia in sede penale
  • utilizzabilità della CTU in un giudizio diverso
  • comunicazione alle parti della bozza di relazione e onere di contestazione
  • sindacabilità della scelta del giudice di disporre o meno CTU
  • utilizzabilità di altri prestatori d’opera: CTU collegiale
  • autorizzazione al CTU di servirsi di ausiliari: limiti
  • cosa chiedere al CTU (anche alla luce del Coronavirus)
  • compiti del CTU
  • compiti del CT di parte
  • rimedi preventivi e successivi nei confronti di un quesito improprio, incompleto o non ritenuto pertinente alla fattispecie
  • limiti al divieto di acquisizione da parte del CTU d’ufficio di documenti non prodotti dalle parti
  • obblighi di motivazione del giudice con riferimento alla CTU
  • limiti all’obbligo di motivazione del giudice con riferimento alle argomentazioni dei CT di parte
  • ruolo del CTU nella valutazione del danno non patrimoniale;
  • come richiedere e quantificare il risarcimento del danno biologico in caso di lesioni plurime monocrome o policrome, coesistenti o concorrenti.
  • comportamenti da evitare.

 

Crediti formativi

Avvocato - 12

Periodo

Dal 14/06/2024 al 12/07/2024

Luoghi

Hotel Embassy & Boston

Prezzo

Prezzo di listino: € 719,80
Form & Lex nasce nel 2013 e da allora svolge esclusivamente corsi di formazione di qualità finalizzati all’aggiornamento professionale accreditato.
0721 22251 interno 1
Form & Lex S.r.L.
Via Y. A. Gagarin, 167, 61122 Pesaro PU
P. IVA: 02641860412
Capitale sociale: € 20.000 i.v.
REA: PS - 198088
Email: info@formandlex.it
PEC: formandlexsrl@pec.it

Copyright © Form & Lex S.r.L., Tutti i diritti riservati | Icons provided by icons8